Cosa bisogna assolutamente sapere quando si importa merce?

Il processo d’importazione internazionale delle merci segue delle regole stabilite da ogni singolo paese e rispettate rigorosamente dagli operatori che si occupano di trasporto delle merci. Ogni operatore è tenuto a conoscere in modo chiaro ed approfondito cosa dichiarare in dogana e quali norme seguire, pena il rischio di vedersi bloccata la merce o di subire sanzioni amministrative o addirittura penali.

L’importazione delle merci deve rispettare delle caratteristiche strettamente legate all’accertamento e al calcolo dei diritti doganali. Il sistema d’informatizzazione deve rilevare alcuni elementi e fare in modo che gli accertamenti doganali diano un esito positivo perché il trasporto delle merci internazionale vada a buon fine.

Di seguito i principali elementi presi in considerazione dall’ufficio doganale:

QUANTITA'

La quantità dei beni deve essere sottoposta ad accertamento. Questo quando è applicato un dazio calcolato in base al peso, al volume o al numero di beni da importare. Se la normativa invece prevede l’applicazione del dazio ad valorem, ossia, il dazio espresso in percentuale sul valore doganale, la quantità non è sottoposta ad accertamento.

Capita in alcuni casi che, se la dogana trova delle incongruenze sulla commercial invoice, anche il numero dei beni deve essere accertato.

QUALITA'

La qualità è un altro elemento di accertamento doganale. E’ uno dei più importanti ed è quello che decide l’imposizione daziaria e la classificazione doganale (TARIC). La tariffa da pagare fa parte delle tasse doganali stabilite dalla normativa sulla base di quanto previsto dal codice doganale.

ORIGINE DELLA MERCE

L’origine della merce, infine, può influenzare il dazio in conformità a dei criteri definiti dall’articolo 24 del Codice Doganale Comunitario. È importante conoscere il paese dove il bene è stato prodotto anche perché è possibile che ci siano politiche di anti-dumping attive o di origine preferenziale.

VALORE

Il valore è un aspetto considerato fondamentale e diverso dagli altri perché è in base ad esso che sono determinati i diritti doganali. Il calco dei diritti doganali nelle attività d’importazione delle merci internazionali non è così semplice. Oltre al valore della merce pagata al fornitore bisogna considerare altri costi che andranno a sommarsi a quello della merce, un esempio sono le spese di trasporto.

Gli accertamenti doganali presentano delle novità introdotte soprattutto con l’intento di rendere più veloce il trasporto delle merci e più fluide le procedure di controllo della documentazione e di disbrigo delle pratiche doganali. Gli strumenti tecnologici potranno ridurre i costi e i tempi per le imprese senza penalizzare la regolarità dei traffici commerciali internazionali e ostacolare i controlli sulle merci illecite, contraffatte o soggette a frodi. Vedi il sistema AEO.

Una corretta pianificazione doganale da un lato ed una profonda conoscenza della materia dall’altro, sono gli unici strumenti che possono garantire alla tua azienda una corretta e profittevole attività di importazione. Errori, o peggio ancora dolo nella dichiarazione potrebbe costare caro alla tua azienda. 

Mario Velotto

General Manager, Marval Trading - international import-export company

Condividi il nostro articolo...